Il Ministero prevede che il PIL del Vietnam quest'anno crescerà del 3%-3,5%

Il Ministero della Pianificazione e degli Investimenti ha previsto per il 2021 una crescita del prodotto interno lordo (PIL) del Vietnam al 3%-3,5%, in calo di 0,5 punti percentuali rispetto al tasso previsto a settembre.

Una linea di produzione presso Vitto Group nella provincia di Vinh Phuc. Il Ministero della Pianificazione e degli Investimenti ha previsto una crescita del PIL del paese del 3%-3,5% quest'anno. - Foto: VNA
Una linea di produzione presso Vitto Group nella provincia di Vinh Phuc. Foto: VNA

Secondo quanto riportato dai media locali, il viceministro della pianificazione e degli investimenti Tran Quoc Phuong ha affermato durante una conferenza stampa del 2 ottobre che la previsione è stata fatta sulla base delle prestazioni socioeconomiche del paese nel periodo gennaio-settembre e delle prospettive per il resto dell'anno.

Per raggiungere un tasso di crescita del 3% o del 3,5% nel 2021, la crescita del PIL del paese in questo trimestre dovrebbe essere tra il 7,06% o l'8,84%, ha affermato Phuong.

Il Vietnam in passato era solito ottenere una crescita del PIL superiore al 7%. Tuttavia, la crescita economica nell'ultimo trimestre dipenderà molto dall'implementazione del piano per adattarsi in sicurezza e con flessibilità alla pandemia di Covid-19 e da un controllo efficace.

Il ministro ha osservato che, per raggiungere l'obiettivo di crescita, le imprese devono essere in grado di riprendere le loro attività. Ha anche aggiunto che i lavoratori dovrebbero essere supportati per tornare a lavoro in modo che le aziende possano operare nella nuova normalità.

Inoltre, dovrebbe essere garantita la regolare circolazione delle merci. Il viceministro ha affermato che, nel periodo di ripresa, sarà considerato un grande successo se le imprese riusciranno a recuperare l'80% della loro capacità.

Durante una riunione del gabinetto del 2 ottobre, il primo ministro Pham Minh Chinh ha sottolineato che la crescita economica di quest'anno dipenderà in gran parte dalla ripresa della produzione e delle imprese in questo trimestre e dalla capacità di adattarsi alla pandemia nel prossimo futuro.

Pertanto, il capo del governo ha chiesto al Ministero della pianificazione e degli investimenti di realizzare rapidamente un piano per aiutare l'economia a riprendersi e svilupparsi nella nuova normalità.

Entro questo mese il ministero deve presentare il piano alle agenzie competenti per attuarlo.

La Asian Development Bank (ADB) alla fine dello scorso mese ha previsto che la crescita del PIL del Vietnam per quest'anno sarà del 3,8%, mentre la Banca mondiale ha previsto che il tasso di crescita del paese sarà al 4,8%.

Ciò nonostante, le organizzazioni internazionali rimangono ottimiste sulle prospettive di crescita economica del Vietnam. L'ADB credeva che l'economia del Vietnam si sarebbe ripresa ed espansa del 6,5% nel 2022 se la pandemia fosse stata tenuta sotto controllo entro la fine di quest'anno e se il 70% dei vietnamiti fosse stato vaccinato contro il Covid-19 entro il secondo trimestre del prossimo anno.


Fonte: Vietnam Net


#Vietnam #Asia #crescitaeconomica #PIL #positivo #covid19 #ministero #Bancamondiale #ADB