Il Vietnam è il terzo paese al mondo per la presenza di donne in posizioni dirigenziali



Un nuovo report afferma che il Vietnam è il terzo paese al mondo per la presenza femminile in ruoli di leadership dato che il 39% delle donne vietnamite occupa posizioni dirigenziali di alto livello.


Secondo un report rilasciato recentemente dalla Grant Thornton International, la percentuale di donne vietnamite in posizioni dirigenziali è inferiore solamente a quella delle Filippine (48%) e del Sud Africa (43%).


Inoltre, la percentuale del Vietnam in questo ambito era superiore alla media globale del 31% e il paese condivide il terzo posto con il Brasile e l’India.

Il report afferma che i quattro ruoli apicali che le donne vietnamite solitamente ricoprono nel mondo aziendale sono quelli di Direttrice Finanziaria (60%), Direttrice delle Risorse Umane (59%), Direttrice dell’Ufficio Marketing (34%) e Direttrice Operativa (32%).


In Vietnam il 99% delle aziende ha almeno una donna ad occupare un ruolo dirigenziale rispetto alla media globale del 90%.


Il report ha evidenziato che la pandemia di Covid-19 ha costretto le aziende a diversificare la propria forza lavoro, soprattutto in Vietnam, e questo può andare a vantaggio delle donne.

Il 60% delle aziende vietnamite ha iniziato a promuovere un maggiore equilibrio tra la vita lavorativa e quella privata e il 57% di esse ha già iniziato ad adattarsi a questi nuovi sviluppi che rientrano tra le priorità principali delle donne. A confronto, le percentuali del resto del mondo si fermano al 45% e al 38% per le categorie sopracitate.


Rispetto ad una media globale del 69%, l’83% degli intervistati in Vietnam ritiene che l’adozione di nuove pratiche lavorative porterà benefici alle donne nel lungo periodo.

Inoltre, il Vietnam si è posizionato terzo al mondo, dopo il Brasile e l’India, con il 51% per quanto riguarda le iniziative sulla parità di genere a livelli apicali della classe dirigenziale nel settore economico.


Nguyen Thi Vinh Ha, Direttrice nazionale dei servizi di consulenza e vice direttrice generale di Grant Thornton Vietnam ha affermato che “le aziende che vogliono ottenere vantaggi da un migliore equilibrio di genere devono continuare ad agire per permettere alle donne di realizzare le loro ambizioni”.


Il report si basa su un sondaggio di 10.000 aziende in 29 economie, includendo 101 aziende vietnamite.

Fonte: VN Express